TESSA WORLEY PRIMA NEL GIGANTE DI SESTRIERE
TESSA WORLEY PRIMA NEL GIGANTE DI SESTRIERE

TESSA WORLEY PRIMA NEL GIGANTE DI SESTRIERE

TESSA WORLEY PRIMA NEL GIGANTE DI SESTRIERE

Tessa Worley prima nel gigante di Sestriere – 10.12.2016 – Sulla pista del Sestriere “Kandahar Slalom Gianni Alberto Agnelli” prende il via lo slalom gigante femminile. In dubbio la pista fino all’ultimo, ma nella notte tra il venerdì e il sabato una forte nevicata ha portato circa 2 metri di neve fresca che è stata lavorata benissimo e ha fatto disputare un gigante perfetto. Si parte dai 2.400 metri e si arriva a 2.046 metri.

Prima manche : il tracciato è disegnato dal tecnico austriaco Trinker, che conta 50 porte tracciate in diagonale, 25/26 metri tra una porta e l’altra, difficile, rotondo, ci sono dei piccoli dossi e avvallamenti, ma la pista è tutta al naturale e segue il costone della montagna. In testa ci va subito Mikaela Shiffrin, seguita da una fortissima Tina Weirather e al terzo posto a pari merito le altre pretendenti alla vittoria : Lara Gut e Tessa Worley. Ottima prova delle sciatrici italiane, con il 5° posto di Sofia Goggia, 4 atlete nelle prime 15 posizioni e altre 2 nelle 30 classificate per la seconda manche.

Seconda manche : il tracciato è disegnato dal tecnico canadese Gamper, che conta 49 porte tracciate in diagonale, circa 28 metri tra una porta e l’altra, discesa più elastica, veloce-lento-veloce, temperature più alte, ma la pista tiene davvero bene. Mentre in testa c’è la nostra Marta Bassino che scesa con il pettorale 14 si era piazzata 8° in prima manche, scende con il 5° tempo Sofia Goggia che guadagna ad ogni parziale, fa i numeri, ma resta avanti e chiude in prima posizione davanti alla compagna di squadra. Con le due italiane in testa scende Tessa Worley che guadagna ad ogni parziale e si mette davanti alla Goggia. Stesso tempo per Lara Gut che deve fare bene, ma non è fluida e perde centesimi ad ogni intermedio, arriva dietro la Goggia e davanti alla Bassino. E’ il turno di Tina Weirather che scende in ritardo ed è abbastanza lenta, prende più di un secondo e finisce al 4° posto. Vincere o perdere dipende dalla Shiffrin, ma l’americanina fa subito un errore in alto che si trascina per tutta la gara. Arriva affaticata alla fine in 6° posizione. La vittoria va a Tessa Worley con il tempo di 2.17.37”, al secondo posto Sofia Goggia con un ritardo di 0.15” e al terzo posto Lara Gut con un ritardo di 0.29”.

1. Tessa Worley FRA 2.17.37”
2. Sofia Goggia ITA + 0.15”
3. Lara Gut SUI + 0.29”

La squadra italiana fa bene, oltre al secondo posto di Sofia Goggia, Marta Bassino si piazza al 5° posto, Manuela Moelgg si piazza al 14° posto, Francesca Marsaglia si piazza al 15° posto, Nadia Fanchini si piazza la 17° posto, Irene Curtoni si piazza al 26° posto e Elena Curtoni si piazza al 27° posto. Non si piazza per la seconda manche Nicole Agnelli. Fuori Federica Brignone.

 

Segui la classifica su : http://www.sportpervoi.it/classifica-slg-f/

Segui la classifica generale su : http://www.sportpervoi.it/classifica-generale-f/

 

 

 

(Foto raisport.rai.it)

 

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor