Slalom Gigante Maschile – Saint Moritz – Svizzera

SLALOM GIGANTE MASCHILE – SAINT MORITZ – SVIZZERA

SLALOM GIGANTE MASCHILE – SAINT MORITZ – SVIZZERA

Slalom Gigante Maschile – Saint Moritz – Svizzera – 19.03.2016 – Inizia alle 9.30 l’ultimo Slalom Gigante del Mondiale di Sci Alpino maschile. A Saint Moritz il tempo è molto bello, c’è il sole e la visibilità è ottima, si spera solo che con le temperature sopra lo zero la pista tenga soprattutto in seconda manche. Non ci sono coppe da assegnare perché Marcel Hirscher si è già aggiudicato la Coppa di Specialità ed è in attesa solo di confermare la vittoria della 5° Coppa del Mondo consecutiva.

Al via di queste finali ci sono 28 atleti e di questi 5 sono italiani. I nostri sciatori in gara sono : Roberto Nani con il pettorale numero 10, Florian Eisath con il pettorale numero 15, Riccardo Tonetti con il pettorale numero 18, Max Blardone con il pettorale numero 19 e Manfred Moellg con il pettorale numero 20. Per il nostro Blardone questa di oggi sarà l’ultima competizione agonistica della carriera, visto il ritiro annunciato.

La prima manche vede la pista reggere bene fino all’ultimo atleta in gara e le prime posizioni non tardano ad arrivare. Il più veloce è il francese Mathieu Faivre che chiude con il tempo di 1.07.89”, al secondo posto si piazza il suo compagno di squadra Alexis Pinturault con un ritardo di 0.20” e al terzo posto la buonissima gara del nostro Florian Eisath attardato di 0.47”. Male i maggiori avversari della stagione che vede Fanara chiudere al 4° posto, Hirscher finisce al 7° posto e Kristoffersen chiude all’11°’posto. Una seconda manche che sicuramente porterà delle sorprese.

Gli altri italiani in gara finiscono con il 16° tempo Manfred Moellg, con il 17° tempo Max Blardone, con il 18° tempo Roberto Nani e con il 20° tempo Riccardo Tonetti.

La seconda manche trova un tracciato che si rovina abbastanza presto visto le temperature, ma la gara non perde di spettacolarità. Ci si aspettava la solita rimonta dell’austriaco Hirscher, mentre questa gara vede una bellissima tripletta francese, già vista quest’anno sulla pista di Kitzbuhel.

Al traguardo in prima posizione si piazza Fanara con il tempo di 2.14.92”. Per il 35enne francese è la prima vittoria in Coppa del Mondo dopo 3 secondi posti e ben 7 terzi posti. Dietro di lui il compagno di squadra Alexis Pinturault che chiude con un ritardo di soli 0.02” e al terzo posto l’altro francese Mathieu Faivre che arriva con un ritardo di 0.14”. Marcel Hirscher arriva al 5° posto e guadagna ancora punti in classifica, mentre il suo avversario Krristoffersen arriva solo al 10° posto.

Non bene gli italiani. Eisath (il migliore) scivola al 7° posto, Blardone arriva al 15° posto, Moellg arriva al 16° posto e Nani arriva al 21° posto, mentre Tonetti non termina la seconda manche. Bellissimo l’arrivo di Max Blardone accolto dalla sua famiglia. La moglie Simona e i figli Alessandro e Ginevra gli vanno incontro sul tracciato per festeggiare il suo ultimo traguardo e la festa del papà. Blardone lascia le competizioni dopo 16 anni di agonismo e 153 gare all’attivo.

1. THOMAS FANARA 2.14.94″
2. ALEXIS PINTURAULT 2.14.96″ + 0.02″
3. MATHIEU FAIVRE 2.15.08″ + 0.14″

La classifica di coppa del mondo : www.fis-ski.com

 

(Foto eurosport.fr)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor