Petrux strameritato
Petrux strameritato

Petrux strameritato

Petrux strameritato

Petrux strameritato – Gran Premio d’Italia Oakley – 02.06.2019 – Inizia la sesta prova del Motomondiale 2019 con il GP d’Italia sul Circuito del Mugello, che ci offre 5.245 metri di asfalto, 6 curve a sinistra e 9 a destra, oltre al lungo rettilineo di partenza-arrivo di 1.141 metri. Oggi fa caldo a Scarperia, ci sono 29 gradi nell’aria e 49 sulla pista, temperature estive e tanto sole, sulla pista ci sono 23 piloti di diverse nazionalità.

Oggi sembrava la Moto 3 dei grandi … spettacolo !

La Pole Position al sabato viene vinta da Marc Marquez su Honda con il tempo di 1.4.519”, al secondo posto in griglia si piazza Fabio Quartararo su Yamaha con un ritardo di 0.214”, mentre il terzo posto lo conquista Danilo Petrucci su Ducati con un ritardo di 0.362”. Parte dalla 4° casella Franco Morbidelli su Yamaha, mentre Andrea Dovizioso su Ducati parte solo 9° e 18° Valentino Rossi su Yamaha, il suo compagno di squadra Maverick Vinales invece è 7° e Alex Rins con la Suzuki è solo 13°.

La Gara. Dopo il warm up lap Tito Rabat deve partire Si vola alla partenza della MotoGP, con un super Marc Marquez su Honda e Cal Crutchlow anche lui su Honda, Andrea Dovizioso e Danilo  Petrucci su Ducati, Jack Miller su  Ducati, Takaaki Nakagami su Honda e Alex Rins su Suzuki, seguono Fabio Quartararo e Franco Morbidelli su Yamaha, partenza bruttissima per loro, Rossi è 17°. Non finisce il primo giro e Dovi passa su Crutchlow e si porta dietro anche Petrucci, ma il nostro Petrux viene passato da Miller. Risale anche Rins che in un paio di giri si porta in 5° posizione. Ottimo 9° posizione e buona partenza per Francesco Bagnaia su Ducati. Giro 2 Petrucci passa Miller, che fuoco di paglia viene passato anche da Rins, ma il gruppo è compatto e nel giro successivo Miller passa Petrux e si porta sulla Ducati di Dovi. Dietro Vinales è 12°, poi Pirro, Mir, Rossi e Lorenzo. Giro 4 sul rettilineo il motore Ducati è più forte della Suzuki e Petrux si riprende la terza posizione, sorpasso che aiuta anche Miller che passa su Rins e anche Petrux che infervorato passa su Dovi, ma è Marquez che oggi non riesce a prendere il largo. Sportellate nelle posizioni dietro tra Rossi e Mir, i due si toccano e vanno larghi alla 4. Davanti è spettacolo al giro 5 le due Ducati passano su Marquez, ma passano anche Rins e Miller, ora Marquez è 5°. Giro 6 caduta di Franco Morbidelli alla curva 15, quando aveva appena passato Quartararo in 9° posizione. In un giro Marquez ritorna in sé e si riporta in terza posizione, podio incognita oggi e al Mugello si combatte. Giro 7 Rossi che viaggiava 7″ più lento dei primi, perde l’anteriore della sua Yamaha all’arrabbiata 2 e gara di casa finita per lui, mentre bella gara per Bagnaia che si porta al 7° posto alle spalle di Crutchlow. Davanti non va via nessuno, in testa al giro 8 c’è sempre Dovi, segue Rins, Petrucci, Marquez, Miller, ma Petrucci non ci sta e tenta il sorpasso sulla Suzuki. Il gruppo di testa è composto da 8 piloti e per come si viaggia, sono tutti possibili vincitori. Oggi sembra una gara della moto 3 e sul rettilineo di un chilometro arrivano a ventaglio, con le Ducati che hanno la meglio.

Metà gara, giro 12, in testa ci va Petrux seguito da Dovi, terzo posto per Marquez che si alterna con Rins, ma il resto del gruppo resta attaccato. Non finisce il giro e cade Bagnaia alla curva 14 con moto che va in fumo. Peccato! A 10 giri dal termine sul rettilineo in velocità e in scia Marquez si prende la posizione su Dovi, che resta attaccato al codone della Honda. Davanti sempre Petrux e dietro al 4° posto c’è sempre Rins. Ora sono in quattro per il podio, mentre Miller sempre in 5° posizione sembra non averne più e inizia a perdere terreno dai primi. Giro 15 non tiene Miller con gomme davvero al limite e perde il posteriore finendo a terra, i primi quattro restano ancora insieme: Petrucci, Marquez, Dovizioso e Rins. Solo 5 giri al termine e gomme finite per tutti per questo caldo a Scarperia, ma alla staccata della 1 Dovi infila interno Marquez, che è costretto ad allargare. Belle le due Ducati in testa. Inizia il 19^ giro e Dovi infila di potenza Petrucci e si porta in testa, speriamo non sia gioco di squadra!! E non lo è in mezzo giro Petrux si riprende la prima piazza, dietro Dovi e Marquez, segue Rins guardingo e tranquillo. Ultimo giro durissimo, è gara a tre, Rins ha pochi millesimi di distacco. Sul rettilineo incrocio di traiettorie tra Dovi, Marquez e Petrux, si arriva in volata…

I 23 giri finiscono con la vittoria di Danilo Petrucci su Ducati, al secondo posto Marc Marquez su Honda e al terzo posto Andrea Dovizioso su Ducati.

1. Danilo Petrucci  Ducati 41.33.794″
2. Marc Marquez Honda + 0.043″
3. Andrea Dovizioso Ducati + 0.338″

Gli altri italiani si piazzano :

8. Michele Pirro Ducati
15. Andrea Iannone Aprilia
OUT Francesco Bagnaia Ducati
OUT Valentino Rossi Yamaha
OUT Franco Morbidelli Yamaha

 

Ecco la classifica aggiornata : QUI

Consulta il calendario 2019 : QUI

 

Prossimo appuntamento con la MotoGP sarà il week end del 16 Giugno sul circuito di Barcellona per il Gp di Catalunya.

 

Foto umbriaon.it

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor