MOELGG TORNA ALLA VITTORIA IN SLALOM
MOELGG TORNA ALLA VITTORIA IN SLALOM

MOELGG TORNA ALLA VITTORIA IN SLALOM

MOELGG TORNA ALLA VITTORIA IN SLALOM

Moelgg torna alla vittoria in slalom – 05.01.2017 – Il primo slalom maschile del nuovo anno scrive il nome di Manfred Moelgg sul primo gradino del podio. Vittoria aspettata e voluta che arriva dopo ben otto anni dal suo ultimo successo.

Si scia sulla pista di Zagabria, la pista è la Crveni Spust di Zagabria e si parte da 978 metri e si arriva a 768 metri. Pista ad un’altitudine relativamente bassa ed esposta a sud, ma è arrivata la neve e il termometro segna -8°/-6°.

La prima manche è disegnata dal tecnico statunitense Looked e conta 72 porte a distanza di 10.5/11 metri. Percorso velocissimo e ripidissimo disegnato sul costone naturale della montagna.

In testa ci va un po’ a sorpresa Manuel Feller partito con il pettorale 21 che segna il tempo di 58.13”, al secondo posto si piazza il francese Julien Lizeroux con un ritardo di 0.05”, al terzo posto una sorpresa della giornata è l’americano Marc Hengel partito con il pettorale 45 e in ritardo di 0.28”. I protagonisti del mondiale sono dietro : Marcel Hirscher è 4°, Manfred Moelgg è 5°, Henrik Kristoffersen è 7°, dietro di lui Felix Neureuther e Alexis Pinturault è solo 10°.

La seconda manche è disegnata dal tecnico austriaco Pircher, conta di 75 porte a distanza regolamentare. Più o meno la pista è la stessa della prima manche, anche perché la montagna non concede molte variazioni. Ha smesso di nevicare, ma soprattutto nella parte alta c’è un vento fortissimo che dà fastidio agli atleti e sicuramente riserverà delle sorprese.

La prima sorpresa è Stefano Gross che partito con il pettorale numero 2 aveva concluso la prima manche soltanto in 24° posizione ed ora recupera fino alla 10° posizione finale. Il primo dei protagonisti è Pinturault, che per la foga del recupero esce dopo sole due porte dal cancelletto. E’ la volta di Felix Neureuther, che nonostante il vento si porta in testa e finirà al 2° posto finale. Scende Henrik Kristoffersen che perde tutta la seconda parte del tracciato e finisce dietro a Neureuther, ma fortunato, i suoi avversari non fanno meglio e finirà al 3° posto. Tocca a Daniel Yule, ma lo svizzero non riesce a controllare la sua sciata e finirà 4°. E’ la volta di Manfred Moelgg, che commette qualche errorino in alto, ma guadagna ad ogni parziale e si porta in testa dove resterà fino alla fine. Il campione Hirscher non riesce a sciare come sa fare, gara orribile e tempo altissimo finisce la gara al 6° posto. La sorpresa Hengel fa una bella seconda manche, anche se in ritardo ad ogni parziale, ma a due porte dall’arrivo finisce fuori. In gara ora c’è Julien Lizeroux che parte bene, ma perde centesimi ad ogni intermedio, finisce la gara al 9° posto. Tutto in mano a Manuel Feller, ma il campione austriaco esce dopo la prima porta.

La vittoria è di Manfred Moelgg con il tempo di 2.00.03”, al secondo posto c’è Felix Neureuther con un ritardo di 0.72” e al terzo posto si piazza Henrik Kristoffersen con un ritardo di 0.77”.

1. Manfred Moelgg ITA 2.00.03”
2. Felix Neureuther GER + 0.72”
3. Henrik Kristoffersen NOR + 0.77”

La nazionale italiana piazza al 10° posto Stefano Gross, al 17° posto Riccardo Tonetti. Non qualificati per la seconda manche Giordano Ronci, Andrea Ballerin, Patrick Thaler. Fuori Giuliano Razzoli, mentre Tommaso Sala è stato squalificato.

Segui la classifica di specialità su : http://www.sportpervoi.it/classifica-slalom-m/

Segui la classifica generale su : http://www.sportpervoi.it/classifica-gen

 

(Foto outdoorblog.it)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor