MIR SI PRENDE ANCHE RIO HONDO
MIR SI PRENDE ANCHE RIO HONDO

MIR SI PRENDE ANCHE RIO HONDO

MIR SI PRENDE ANCHE RIO HONDO

Mir si prende anche Rio Hondo – 08-09.04.2016 – Al via la seconda prova del Motomondiale 2017 con il GP di Argentina sul Circuito Termas de Rio Hondo, che ci offre 4.800 metri di asfalto, 5 curve a sinistra e 9 a destra. Al via 31 piloti di diverse nazionalità.

La nuova stagione vede la Pole Position del sabato è di John McPhee su Honda con il miglior tempo di 1.49.094”, in griglia al suo fianco ci sarà il pilota Nicolo Bulega su KTM con un ritardo di 0.154” e al terzo posto il pilota Jorge Martin su Honda con un ritardo di 0.229”.

La Gara. Si gira su 21 giri e con tempo buono. Ci sono 21 gradi di temperatura nell’aria e 24 gradi sull’asfalto. Alla partenza (ritardata di pochi decimi per il commissario di gara che resta fermo sulla linea di partenza…) il primo in curva è Jorge Martin su Honda, dietro di lui agganciati John McPhee su Honda, Fabio Di Giannantonio sempre su Honda, Aaron Canet su Honda, Juanfran Guevara con la prima delle KTM, Nicolo Bulega su KTM, Andrea Migno su KTM, Philipp Oettl su KTM, Jorge Rodrigo su KTM, Joan Mir su Honda. Poche curve ed inizia subito la lotta per la leadership, ma in Moto3 è un’incognita fino alla bandiera a scacchi. Giro 1 entra primo Martin, poi McPhee, Di Giannantonio e tutti insieme con continui sorpassi. Giro 2 è Niccolò Antonelli su KTM a volare alla Curva 7, rientra in gara, ma si ritira definitivamente al giro successivo. Dal replay si vedrà che il pilota è stato centrato in pieno da Romano Fenati su Honda che verrà messo sotto investigazione, ma non riceverà sanzioni. Tutti a ventaglio nei due lunghi rettilinei, ma nessuno stacca il gruppo. Iniziano i sorpassi per Oettl che deve recuperare posizioni, ma non è facile con tutti attaccati. Al giro 5 la gara vede Martin, Oettl, Canet, McPhee, Bulega, DiGiannantonio, Mir e Migno nell’alternarsi per la posizione migliore. Giro 10 ogni curva è un sorpasso e sportellate ovunque. Al giro successivo è Rodrigo a finire in terra alla Curva 2. Mentre al giro 12 altro incidente inutile tra italiani, Bulega centra in pieno Di Giannantonio che vola in terra alla Curva 5 ed è costretto al ritiro, mentre alla curva 2 in contemporanea cade anche Enea Bastianini su Honda che però riprende la gara. Giro 15 i leader sono in 5 e hanno guadagnato 3” dal gruppone degli inseguitori, mentre McPhee per passare Mir va largo e perde la posizione. A 4 giri dal termine Migno e Martin si contrastano e perdono i decimi di vantaggio che avevano dai tre di testa che ora vanno di filato negli ultimi giri, entra al traguardo per primo Mir poi Oettl, poi McPhee, ma Migno e Martin non ci stanno e con un super giro si riattaccano ai tre di testa. Ultimo giro con Martin che passa tutti e si porta secondo con Mir davanti e McPhee dietro. McPhee vuole la posizione e passa pulito Martin, poi tenta l’attacco a Mir, che non riesce e chiudono così.

Vince la gara Joan Mir su Honda con il tempo di 38.33.377”, al secondo posto si piazza John McPhee su Honda con un ritardo di 0.261” e al terzo posto si classifica Jorge Martin su Honda con un ritardo di 0.339”.

Bene gli altri italiani con Andrea Migno su KTM arriva al 5° posto, Romano Fenati su Honda arriva al 7° posto, Tony Arbolino su Honda si piazza 14°. Fuori dai punti Nicolo Bulega su KTM si piazza al 16° posto, Marco Bezzecchi su Mahindra si piazza al 19°, Manuel Pagliani su Mahindra si classifica 21°, Enea Bastianini su Honda si piazza al 27° posto. Out Lorenzo Dalla Porta su Mahindra, Niccolò Antonelli su KTM, Fabio Di Giannantonio su Honda.

Il giro veloce è stato il numero 5 di Romano Fenati su Honda con 1.49.415” e con 158.1 km di media oraria.

1. Joan MIR  Honda 38’33.377″
2. John MCPHEE Honda + 0.261″
3. Jorge MARTIN Honda + 0.339″
4. Philipp Oettl KTM + 0.641″
5. Andrea MIGNO KTM + 0.890″
6. Livio LOI Honda + 7.598″
7. Romano FENATI Honda + 7.761″
8. Tatsuki SUZUKI Honda + 7.831″
9. Juanfran GUEVARA KTM + 12.000″
10. Kaito TOBA Honda + 12.079″
11. Aron CANET Honda + 12.278″
12. Darryn BINDER KTM + 12.294″
13. Marcos RAMIREZ  KTM + 12.480″
14. Tony ARBOLINO Honda + 12.620″
15. Maria HERRERA KTM + 13.083″

Segui la classifica aggiornata su : http://www.sportpervoi.it/classifica-moto-3-2017/

Prossimo appuntamento con la Moto3 sarà il weekend del 23 Aprile 2017 sul circuito di Austin per il Gran Premio Red Bull of the Americas .

 

 

 

(Foto quotidiano.net)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor