IL RITORNO (BIS) DI MELANDRI TRA DUBBI E RABBIA

IL RITORNO (BIS) DI MELANDRI TRA DUBBI E RABBIA

IL RITORNO (BIS) DI MELANDRI TRA DUBBI E RABBIA

Il ritorno (bis) di Melandri tra dubbi e rabbia – Luglio 2016 – Il nome si attendeva da tempo. Si sapeva del negato rinnovo del contratto a Davide Giugliano e della voglia di affiancare un pilota di spessore a Chaz Davies per la prossima stagione 2017. Il campionato attuale è ancora in corso, ma le operazioni di mercato sono già in pieno svolgimento ed il Team Ducati Ufficiale (L’Aruba.it Racing – Ducati Team) ha voluto Marco Melandri in sella alla Panigale con un contratto biennale.

Tutto il movimento è sicuramente una grossa operazione di mercato, dove gli sponsor la fanno da padrona in questo campionato SBK sempre più di nicchia e dal quale gli sponsor stanno scappando a piedi levati. Non si sa ancora perché proprio Melandri, visti i rendimenti di alti e bassi (più bassi che alti..) avuti nelle passate stagioni sia nel Motomondiale che in Superbike, tanto meno egli non è un pilota che può fare il personaggio e attirare tifosi, televisioni e sponsor altisonanti. Certo la carriera di “Macho” è lunga, il pilota è un classe 1982 ed ha già disputato quattro campionati in Superbike con Yamaha, BMW e Aprilia dal 2011 al 2014, mentre nel Motomondiale ha gareggiato per ben 15 stagioni e ha conquistato un titolo mondiale.

In tutto ciò, sarebbe servito un “Nome” per dare vigore alla squadra italiana e per favorire il reinserimento di quei tifosi allontanati dalla difficoltà nel vedere le gare in Tv, dai costi per assistere ai Gran Premi e dal non avere un pilota italiano di punta a combattere il mondiale contro le Kawasaki di Tom Sykes e Johnatan Rea. Al momento Chaz Davies fa il suo possibile, nonostante le sfortune tecniche e le cadute, ma il pilota inglese non riesce ad entrare nei cuori dei tifosi, pur cercando di parlare italiano con tutti.

Ma nemmeno Melandri ha un grosso seguito. I tifosi sono divisi e ci sono anche i tifosi arrabbiati per l’esclusione di Davide Giugliano, al momento senza moto per il prossimo anno. Che sia o no un’operazione di mercato, partire con sensazioni negative non è mai un buon proposito.

 

 

(Foto moto.it)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor