HIRSCHER GIGANTE A GARMISCH
HIRSCHER GIGANTE A GARMISCH

HIRSCHER GIGANTE A GARMISCH

HIRSCHER GIGANTE A GARMISCH

Hirscher gigante a Garmisch – 29.01.2017 – Ultimo giorno di velocità per gli uomini jet del mondiale di sci alpino, che prende luogo a Garmisch-Partenkirchen. In questa terza giornata gli atleti sono impegnati nello Slalom Gigante e si aspettano i protagonisti Kristoffersen, Hirscher, Pinturault e la squadra italiana.

La pista di Garmisch è la Kandahar 2, dove venerdì si è disputata la discesa libera. Si parte dai 1.170 metri e si arriva ai 750 metri.

La prima manche è disegnata dal tecnico italiano Planker, conta 57 porte a distanza che varia tra i 27 e i 30 metri. La pista è a tratti alterni ghiaccio e neve aggressiva. Il muro ripidissimo e tanta tecnica su una pista che non terrà. Le alte temperature, intorno allo zero, hanno costretto gli organizzatori a iniettare acqua che però non gela e la pista si rovinerà dopo pochi atleti.

In testa ci va il rientrante Felix Neureuther, che prova il gigante dopo l’incidente a Schladming, ma l’atleta di casa con il pettorale numero 2 va in testa per chiudere la manche al 4° posto. Con il pettorale numero 3 è il turno di Alexis Pinturault che fa un’ottima gara e si porta avanti al tedesco e resta in testa nella prima manche. Con il numero 5 è la volta di Marcel Hirscher, che con la pista già segnata riesce a finire al 2° posto. L’ultimo dei protagonisti è proprio Henrik Kristoffersen, che non è velocissimo e finirà la prima manche all’11° posto. Nessuno riesce a far meglio, ma con il bibendum numero 23 scende lo svedese Matts Olsson, che fa un tempone con pista finita e termina la manche al secondo posto. Solo i primi cinque atleti sono racchiusi in un ritardo di 1 secondo.

La seconda manche è disegnata dal tecnico norvegese Nydegger, conta 55 porte a distanza regolamentare. Più o meno uguale alla prima manche, ma pista tutta in ombra e si spera che la neve, di nuovo lavorata, tenga di più visto le temperature simili alla mattina.

Il primo dei protagonisti a scendere è proprio il norvegese Henrik Kristoffersen che si porta in testa alla manche, ma non fa una gran prova e finirà al 7° posto. A scendere è Mathieu Faivre con il 6° tempo di prima manche, che si porta in testa, ma finirà al 5° posto finale. Stefan Luitz scende di seguito ed è il primo ad essere nel gruppo di “un secondo”. Non fa una gara bellissima, ma finirà sul podio al terzo posto finale. A scendere è adesso il campione di casa Felix Neureuther che però sbaglia diverse volte e si ritrova con il 6° tempo. Dopo il tedesco è il turno degli ultimi tre atleti di testa. Il primo al via è lo svedese Matts Olsson che fa una gara bellissima e si porta in testa, guadagnando il suo primo podio e finirà al secondo posto. Quando scende Marcel Hirscher è un altro gigante. Fa una gara stratosferica e da un secondo e mezzo allo svedese. In testa l’austriaco si prenderà la gara. Tutto in mano al francese Alexis Pinturault, che deve vincere, ma che fa un errore grande prima del muro e finirà solo al 4° posto.

Vince la gara Marcel Hirscher con il tempo di 2.39.95”, al secondo posto finisce Matts Olsson con un ritardo di 1.50” e al terzo posto Stefan Luitz con un ritardo di 1.95”.

1. Marcel Hirscher AUT 2.39.95”
2. Matts Olsson SWE + 1.50”
3. Stefan Luitz GER + 1.95”

Buona prova degli atleti italiani. Ottimo il 9° posto di Florian Eisath e il recupero di Luca De Aliprandini che dalla 21° posizione della prima manche, finisce con la 10° posizione. Sorpresa di Simon Maurberger che finisce per la prima volta al 15° posto, mentre non fa una buona prestazione Manfred Moelgg che finisce 19°, Riccardo Tonetti che finisce 22° e Roberto Nani che finisce 26°. Non terminano la gara Giulio Giovanni Bosca, Andrea Ballerin e Alex Zingerle.

Segui anche la classifica su : http://www.sportpervoi.it/classifica-slalom-gigante-m/

Segui la classifica generale su : http://www.sportpervoi.it/classifica-generale-m/

 

 

 

(Foto salzburg.com)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor