GRANDE ITALIA IN GIGANTE A KRONPLATZ
GRANDE ITALIA IN GIGANTE A KRONPLATZ

GRANDE ITALIA IN GIGANTE A KRONPLATZ

GRANDE ITALIA IN GIGANTE A KRONPLATZ

Grande Italia in Gigante a Kronplatz – 24.01.2017 – Riprende lo Slalom Gigante nella tappa italiana di Kronplatz a San Vigilio di Marebbe, patria dei fratelli Moelgg, e si riprende con le protagoniste Worley, Gut, Loeseth e Shiffrin, ma con le atlete della nazionale italiana sempre in attesa di un podio.

La pista Piz de Plaies – Erta, vede la partenza a 1.580 metri e l’arrivo a 1.205 metri. Temperature davvero basse tra -5 e -14 gradi, ma ottime per la gara. Neve perfetta, sole e montagna difficile con una pendenza fino al 61%.

La prima manche è disegnata dal tecnico tedesco Rouslard, conta 45 porte a distanza regolamentare, ma molto corte, dritte e spigolose, non velocissima, ma comunque da spettacolo puro. Ci sono tantissime persone, circa 30 mila lungo le pendici dell’Erta. In testa ci va finalmente Federica Brignone, che dopo le prestazioni opache delle ultime gare, scende con il pettorale 14 e segna il tempo di 1.02.17”, al secondo posto si piazza la campionessa Tessa Worley con un ritardo di 0.15” e al terzo posto l’altra italiana Marta Bassino con un ritardo di 0.26”. Solo al 4° posto Lara Gut scesa con il pettorale numero 2, prova sottotono per Mikaela Shiffrin che scesa con il pettorale numero 3 si piazza al 9° posto, scesa con il numero 8 Nina Loeseth si piazza a 12° posto.

La seconda manche è tracciata dal tecnico statunitense Day, conta 47 porte più angolate, più rotonde e più lunghe. Tracciato più lento, ma con temperature più alte la pista si segna già dopo poche atlete. La prima a scendere tra le protagoniste è proprio la Shiffrin che fa una sua gara maestosa e si porta in testa alla gara, finirà con il 5° tempo. Le altre atlete non riescono a contrastare l’americana e sono dietro, ma con il 4° tempo tocca a Lara Gut. La svizzera fa un gigante bellissimo e si porta in testa, ma finirà al 4° posto finale. Le tre di testa si giocano la vittoria. Tocca a Marta Bassino che amministra i pochi centesimi di vantaggio, poi a metà percorso perde tutto e guadagna sul finale portandosi davanti alla Gut e guadagnando il terzo tempo finale. Tessa Worley scende per la vittoria. A testa basta, velocissima, fa la stessa gara della Bassino, ma riesce a chiudere in testa con soli 0.02” centesimi, finirà al secondo posto. Tesissima Federica Brignone, sa che potrebbe essere il giorno del riscatto. Nella prima parte perde centesimi, ma sul muro e sulla parte finale guadagna e va a vincere la sua prima gara della stagione.

Vince Federica Brignone con il tempo di 2.10.05”, al secondo posto Tessa Worley con un ritardo di 0.55” e al terzo posto Marta Bassino con un ritardo di 0.57”.

1. Federica Brignone ITA 2.10.05”
2. Tessa Worley FRA + 0.55”
3. Marta Bassino ITA + 0.57”

Felicissime le italiane all’arrivo, la nazionale festeggia anche l’8° posto di Irene Curtoni, l’11° posto di Sofia Goggia, il 14° posto di Manuela Moelgg, il 20° posto di Francesca Marsaglia, il 21° posto di Elena Curtoni. Fuori solo Nicole Agnelli.

Segui la classifica su : http://www.sportpervoi.it/classifica-slalom-gigante-f/

Segui la classifica generale su : http://www.sportpervoi.it/classifica-generale-f/

 

 

 

 

(Foto it.eurosport.com)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor