Da Zanche torna in gara nell’Europeo in Ungheria su Porsche

Da Zanche torna in gara nell’Europeo in Ungheria su Porsche

Dopo la top-5 al Lana, il 25-26 giugno il forte driver bormino affronta il Mecsek Rallye con la 911 gruppo B by Pentacar nella serie continentale autostoriche, dove vanta la vittoria iniziale al Sanremo

Bormio (SO) / Colico (LC), 22 giugno 2021. Dopo la top-5 assoluta e il secondo posto di 4. Raggruppamento conquistati sabato scorso al Rally Lana in provincia di Biella, Lucio Da Zanche riprende gli impegni nel Campionato Europeo Rally autostoriche al 54° Mecsek Rallye, terzo round della serie continentale con base a-Pecs, città dell’Ungheria meridionale a 200 km da Budapest. Nell’evento magiaro il pluricampione valtellinese ritrova il volante della Porsche 911 gruppo B del team Pentacar gommata Pirelli e al suo fianco in abitacolo porterà con sé una novità: per la prima volta, infatti, ad affiancarlo nel ruolo di navigatore ci sarà Matteo Nobili, giovane ma esperto co-driver pavese in passato impegnato anche con Enrico Melli, nome molto noto in ambito Pentacar.

Per Da Zanche si tratta del secondo impegno sui tre che l’Europeo ha fin qui disputato in stagione dopo aver vinto la tappa casalinga a inizio stagione, ovvero il Rally di Sanremo (che valeva anche per l’Italiano). Il Mecsek Rallye è la terza prova delle nove previste nel calendario continentale e tra i partenti, sempre su una Porsche della factory di Colico, avrà pure il team principal Maurizio Pagella, presente con il fido Roberto Brea alle note.

Così commenta Da Zanche in vista della trasferta in Ungheria: “Proprio al Mecsek Rallye ho vinto il mio titolo europeo nel 2014 e quindi ne conservo ricordi a loro modo speciali. Veniamo da una buona prestazione al Lana, dove non siamo saliti sul podio assoluto ma abbiamo centrato punti molto importanti per il Campionato Italiano. Ora dobbiamo tornare a puntare ai vertici, a far bene e a portare a casa altri punti preziosi stavolta per la classifica europea. La macchina e il team sono delle certezze e il supporto sarà massimo come sempre. Con Matteo Nobili dovremo un attimo trovare il feeling ma questo è un aspetto che non mi preoccupa e siamo ben focalizzati su quanto ci aspetta in gara”.

Il rally ungherese si disputa in due giornate a partire da venerdì alle 16.50. La cerimonia di partenza sarà seguita dalle prime due speciali (due passaggi sulla lunga “Pecsvarad-Zobak” di 18,15 km) prima del riordino notturno. Si riparte da Pecs sabato mattina alle 7.30 per affrontare ulteriori 9 prove, ovvero tre passaggi sulle “Arpadteto-Orfu” (13,6 km), “Alsomocsolad-Mecsekpoloske” (14,1 km) e “Zobakpuszta-Pecsvarad” (11,95 km). Arrivo finale alle 19.21 dopo aver completato in tutto 11 prove speciali per un totale di 155,25 chilometri contro il cronometro sui complessivi 525,28 previsti dall’evento.

LUfficio Stampa

Rif. Gianluca Marchese / Agenzia ErregìMedia +39 328 007 36 60 – gianluca.mar76@libero.it

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor