CHI BEN COMINCIA ...
CHI BEN COMINCIA ...

CHI BEN COMINCIA …

CHI BEN COMINCIA …

Chi ben comincia … – 26.03.2017 – Al via oggi il primo GP della stagione 2017 che vedrà contendersi il titolo piloti ed il titolo costruttori. La Formula Uno è orfana del suo Campione del Mondo 2016, Nico Rosberg, ritirato a fine stagione dopo un anno fantastico con la Mercedes e con una nuova regolamentazione : la maggior parte delle modifiche riguarda le autovetture : nell’aerodinamica saranno diverse nelle dimensioni delle ali, delle pance, del diffusore, il tutto porterà la larghezza complessiva da 1.8 metri a 2 metri; gli pneumatici saranno più larghi del 25%; aumento di peso di circa 20 chili; si potranno usare solo 4 power unit in tutto il campionato; si torna all’evoluzione durante tutto il campionato senza gettoni limite. Nel regolamento cambierà la partenza da bagnato : il direttore di gara inizia la gara dietro la Safety Car, nel momento in cui le condizioni dell’asfalto siano ottimali per il rientro della Safety Car, le autovetture non faranno una partenza lanciata, ma si sistemeranno in griglia per una partenza da ferme.

Il primo GP è il Formula 1 Rolex Australian Gran Prix – Autodromo Melbourne Grand Prix Circuit – Inizia il primo round della Formula 1, sul Circuito di Melbourne, che si trova in città a Melbourne, in Australia. La pista è lunga 5.303 metri e offre 16 curve, oltre a due piccoli rettilinei, tra cui quello di partenza-arrivo. La gara si disputa con un meteo molto bello, caldo e sole. Ci sono 25 gradi in aria e ben 30 sulla pista. In gara 20 piloti di diverse nazionalità su 58 giri complessivi.

La Pole Position del sabato viene vinta dal pilota Lewis Hamilton su Mercedes con il tempo di 1.22.188”. Dietro di lui si piazza la Ferrari con Sebastian Vettel un ritardo di 0.268” e al terzo posto l’altra Mercedes con Valtteri Bottas con un ritardo di 0.293”. Kimi Raikkonen su Ferrari partirà dalla 4° posizione con un ritardo di 0.845”. Ottimo esordio per il terzo pilota Ferrari, Antonio Giovinazzi che conquista la 12° posizione con la Sauber di Paul Wehrlein ancora convalescente.

La Gara. Al giro di allineamento subito problemi per Daniel Ricciardo, la sua Red Bull non si accende e il pilota australiano resta ai box. Subito partenza rimandata di un giro per un problema alla vettura di Daniil Kvyat al quale si è attivato l’estintore in partenza e per il posizionamento errato in griglia di Nico Hulkenberg. Le autovetture fanno un altro giro di allineamento.

Partenza con scatto velocissimo delle Mercedes con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, che però viene affiancato dalle due Ferrari con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen che si prendono la posizione, dopo poche curve (alla curva 3) subito fuori per un contatto Marcus Ericsson su Sauber e Kevin Magnussen su Haas costretto a rientrare ai box per una foratura. Giro 1 passa Hamilton, Vettel, Bottas, Raikkonen, Verstappen. Al giro successivo con due giri di ritardo riesce a partire anche Daniel Ricciardo. Giro 5 Hamilton e Vettel hanno circa un secondo di vantaggio da Bottas e Raikkonen che seguono attaccati. Giro 18 inizia il cambio gomme per i piloti di testa. Il primo a rientrare è Lewis Hamilton che cambia dalle Ultra Soft alle Soft, rientra in 5° posizione. Giro 23 entra Vettel per il cambio gomme e passa dalle Utra Soft alle Soft. Il ferrarista con il vantaggio ottenuto dal rientro di Hamilton, torna in pista in testa con Verstappen ed Hamilton attaccati al suo posteriore, ma per esperienza Vettel riesce a rimanere in testa. Giro 25 si ferma Verstappen che montate le Soft torna in pista in 5° posizione. Giro 27 rientra l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen che anche lui dalle Ultra Soft passa alle Soft e rientra in 4° posizione dietro Bottas. Giro 29 si ritira definitivamente Daniel Ricciardo. In testa invece al giro 30 c’è Sebastian Vettel con 6” su Hamilton, seguono Bottas e Raikkonen. Giro 37 Vettel ha quasi 8” secondi su Hamilton, 11” secondi su Bottas e 15” sul compagno di squadra Raikkonen. A 10 giri dal termine Vettel ha 8.5” su Hamiton, 10” su Bottas e 23” su Raikkonen. Cambia poco nei giri successivi, a 4 giri dal termine si ritira Fernando Alonso per problemi tecnici. Con le gomme usurate si recupera qualche decimo, ma si arriva a posizioni invariate. All’arrivo sono solo 6 i piloti a pieni giri.

Vince la gara Sebastian Vettel su Ferrari con il tempo di 1.24.11.672”, al secondo posto Lewis Hamilton su Mercedes con un ritardo di 9.975” e al terzo posto Valtteri Bottas su Mercedes con un ritardo di 11.250”. Il giro veloce è il numero 56 di Kimi Raikkonen su Ferrari con il tempo di 1.26.538” e la velocità di 220.605”.

1. Sebastian Vettel FERRARI 1:24:11.672
2. Lewis Hamilton MERCEDES + 9.975″
3. Valtteri Bottas MERCEDES + 11.250″
4. Kimi Räikkönen FERRARI + 22.393″
5. Max Verstappen RED BULL + 28.827″
6. Felipe Massa WILLIAMS + 83.386″
7. Sergio Perez FORCE INDIA + 1 giro
8. Carlos Sainz TORO ROSSO + 1 giro
9. Daniil Kvyat TORO ROSSO + 1 giro
10. Esteban Ocon FORCE INDIA + 1 giro

Segui la classifica aggiornata su :  http://www.sportpervoi.it/motori/f1/f1-classifica-2017/

Il prossimo appuntamento con la Formula Uno sarà con il GP di Cina, sul Circuito di Shangai, nel week end del 02-03 Aprile 2017.

 

(Foto itasportpress.it)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor