Capolavoro in 300
Capolavoro in 300

Capolavoro in 300

Capolavoro in 300

Capolavoro in 300 – 27-28.04.2019 – Al via il Round 2 del Campionato Italiano Velocità, il CIV, categoria Supersport 300, con il GP del Mugello, che ci offre 5.245 metri di asfalto, 6 curve a sinistra e 9 a destra, oltre al lungo rettilineo di partenza-arrivo di 1.141 metri. Giornata di sole ma fresca, ci sono 16 gradi nell’aria e 24 gradi sull’asfalto in Gara1 e pioggia e sole in alternanza 12 gradi nell’aria e 17 gradi sull’asfalto in Gara2. Sulla pista ci sono 29 piloti in Gara1 e 29 piloti in Gara2.

La pioggia di gara 2 fa selezione!

La Pole Position viene vinta da Matteo Bertè su Yamaha con il tempo di 2.06.620” ottenuto nel secondo turno di qualifiche, segue Thomas Brianti su Kawasaki e Emanuele Vocino su Yamaha.

Gara 1 al sabato. Partenza perfetta per Marc Luna su Kawasaki, seguito da Emanuele Vocino su Yamaha, Thomas Brianti su Kawasaki, Matteo Bertè su Yamaha, Filippo Rovelli su Kawasaki, Leonardo Carnevali su Kawasaki, Giacomo Mora su Yamaha e Samuele Marino su Ktm. Non termina il primo giro e Mora passa Carnevali, mentre davanti Luna e Vocino cercano l’allungo che non riesce. Tutti in scia e tutti attaccati, al giro 3 in testa c’è Brianti, poi Vocino e poi Rovelli, ma il gruppo conta ben 10 piloti. A metà gara sono ancora tutti insieme ed ogni cambio di direzione c’è un pilota diverso al comando della gara, tanto che al giro 6 entra per primo Brianti, poi Luna, poi Vocino e poi Rovelli e Mora, mentre dietro si accoda Nicola Bernabè su Kawasaki risalito dal gruppo di rincalzo. Al giro 7 si espone bandiera giallo/nera per Mora per aver preso la parte erbosa del rettilineo di Scarperia nel giro precedente, ammonizione per lui. Stessa ammonizione arriva per Rovelli e per Ryoko Iwata su Yamaha. Al giro successivo i primi sono Brianti, Vocino, Bertè, Luna e Rovelli, che si alternano fino all’ultimo giro. Il primo ad entrare è Rovelli, ma sono tutti a ventaglio ed i cambi continui e le scie fanno si che i piloti arrivino in volata sul filo del millesimo.

Finiscono i 12 giri previsti con la vittoria di Thomas Brianti su Kawasaki, al secondo posto Yamaha e al terzo posto Emanuele Vocino su Yamaha. Filippo Rovelli su Kawasaki arriva 4°, ma aver superato il track limit gli costa 1″ di penalità e scende al 10° posto.

1. Thomas Brianti  Kawasaki 25.37.985″
2. Matteo Bertè Yamaha + 0.071″
3. Emanuele Vocino Yamaha + 0.260″

Il giro veloce è stato il numero 16 di Emanuele Vocino su Yamaha con il tempo di 2.06.247” e con 149.564 km di media oraria.

Gara 2 alla domenica. Piove ! La gara inizia con due giri di warm up e un giro in meno, quindi 11 invece dei 12 previsti. Si parte regolari e tutti insieme, alla curva 1 entrano tutti con le moto diritte : Marc Luna su Kawasaki, Thomas Brianti su Kawasaki, Emanuele Vocino su Yamaha, Matteo Bertè su Yamaha, Filippo Rovelli su Kawasaki, Leonardo Carnevali su Kawasaki, Tom Edwards su Kawasaki, Samuele Marino su Ktm e Giovanni Grianti su Yamaha. Subito incidente pericoloso : cade Giuseppe De Gruttola con la Kawasaki e subito dietro di lui Giuseppe Lo Bosco su Yamaha, la cui moto rischia di finire su De Gruttola che si sposta appena in tempo. Giro 2 purtroppo volano due protagonisti : Brianti e carnevali. Giro 3 tutti insieme, in testa c’è Luna, poi Edwards, Bertè, Grianti, Rovelli, Marino e Vocino, l’altro gruppone è lontano. Bertè passa interno Edward e si porta secondo, mentre non finisce il giro e Nicola Bernabè finisce a terra con la Kawasaki. Giro 5 finisce anche Bertè a terra che risale in moto e rientra al 13° posto. Tante sportellate e cambi di direzione, ma l’incidente rallenta il gruppone e permette a Luna di prendere margine, dietro rallenta Vocino costretto quasi a fermarsi per non prendere in pieno Bertè. Smette di piovere ed esce il sole. Iniziano però a recuperare su Luna e al giro 8 Edwards è attaccato a Luna e riesce a passarlo sul rettilineo, mentre dietro è lotta per il 3° posto : Grianti, Rovelli e Vocino. Non finisce il giro che Rovelli si prende il 3° posto, ma gira 2″ più veloce dei primi due e trascina anche gli altri. Al giro successivo sono tutti insieme di nuovo. Giro 10 Rovelli entra per primo e sembra averne di più, prende un po’ di margine sugli inseguitori che sono Luna, Edwards, Vocino e Grianti. E’ lotta per il podio, dietro Vocino passa Edwards e Luna, ne approfitta Edwards per passare anche lui Luna. Ultimo giro è doppia coppia : Vocino-Edwards e Luna-Grianti.

Finiscono gli 11 giri previsti con la vittoria di Filippo Rovelli su Kawasaki, al secondo posto Emanuele Vocino su Yamaha e al terzo posto Tom Edwards su Kawasaki.

 1. Filippo Rovelli Kawasaki 26.26.375″ 
2. Emanuele Vocino Yamaha  +0.935″
3. Tom Edwards Kawasaki  + 17.95″

Il giro veloce è stato il numero 11 di Filippo Rovelli su Kawasaki con il tempo di 2.16.437” e con 138.394 km di media oraria.

La Classifica Piloti

1. Filippo Rovelli
Kawasaki  83
2. Emanuele Vocino Yamaha 60
3. Marc Luna Yamaha 53
4. Giacomo Mora Yamaha 39
5. Matteo Bertè Kawasaki 39

La Classifica Costruttori

1. Kawasaki  100
2. Yamaha 72
3. KTM 34

 

Il prossimo appuntamento con la Supersport 300 del CIV è per il week end del 29-30 Giugno 2019 sul Circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola.

 

Segui il calendario CIV 2019 : QUI

 

Foto emiliaromagnasport.com

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor