Bautista perfetto
Bautista perfetto

Bautista perfetto

Bautista perfetto

Bautista perfetto – 08.06.2019 – GP Acerbis Spanish Round – Circuito Jerez de la Frontera.  Al via il sesto round della stagione del Campionato Mondiale di Superbike 2019. Il Circuito di Jerez si trova non lontano dalla città di Jerez in Spagna. La pista è lunga 4.423 metri con 13 curve di cui 5 verso sinistra e 8 verso destra e il piccolo rettilineo di partenza/arrivo. Molto caldo a Jerez, ci sono 28 gradi nell’aria e 55 gradi sull’asfalto. Sono 19 i piloti al via.

Rea, perché ???

La Superpole viene conquistata da Jonathan Rea su Kawasaki con il tempo di 1.38.247”, al secondo posto si piazza Alvaro Bautista su Ducati con un ritardo di 0.036” e al terzo posto si piazza Marco Melandri su Yamaha indipendente con un ritardo di 0.251″. Seguono: 4° posto per Alex Lowes su Yamaha, 5° posto Leon Haslam con l’altra Kawasaki e 6° Tom Sykes su BMW. Michael Van Der Mark su Yamaha è 7° e Chaz Davies con la Ducati è 12°.

Gara 1. Partenza velocissima per gara 1, subito esterno Alvaro Bautista su Ducati, ma tiene la posizione Jonathan Rea su Kawasaki. Da dietro arriva velocissimo Michael Van Der Mark su Yamaha, che si porta dietro la Kawa, seguito dall’altra Yamaha guidata dal compagno di team Alex Lowes. Poche curve e Bautista se ne va in testa, mentre dietro perde posizioni Marco Melandri con la Yamaha indipendente e parte male anche Leon Haslam con l’altra verdona che finisce in 8° posizione. Giro 1 è lotta Yamaha. Davanti Bautista, Rea, Lowes, Van Der Mark, Melandri e Toprak Ratzgatioglu con l’altra Yamaha indipendente, dietro di loro Tom Sykes su BMW, Leon Haslam e Chaz Davies con la Ducati. Lotta di posizione anche tra Melandri e Ratzgatioglu, che si scambiano posto ad ogni giro. Giro 5 Bautista ha già +2.5″ sugli inseguitori, mentre Rea ha 1.5″ di vantaggio sulle Yamaha in recupero. Velocissimi i “blu” in un paio di giri arrivano su su Rea  e al giro 6 Van Der Mark passa interno e pulito su Rea alla curva 6. A metà gara Bautista ha +5″ su Van Der Mark e Rea che hanno preso margine su Lowes, dietro Davies in recupero passa Haslam e porta in 9° posizione dietro a Sykes. Van Der Mark ha preso vantaggio, mentre Lowes si è attaccato a Rea e lo passa al giro 12, ma Rea vuole il podio e si rimette in terza posizione. A 5 giri dal termine doppia lotta tra Rea e Lowes, ma ha la meglio Lowes e tra Razgatioglu e Melandri, ma ha la meglio Melandri. A 3 giri dal termine Lowes sembra aver preso un piccolo margine, ma Rea risparmia solo le gomme. All’ultimo giro Rea affonda l’attacco (scorretto) ai danni di Lowes che finisce a terra alla curva 13.

I 20 giri finiscono con la vittoria di Alvaro Bautista su Ducati, al secondo posto il pilota Michael Van Der Mark su Yamaha e al terzo posto Jonathan Rea su Kawasaki. *Rea viene squalificato e al suo posto sale Marco Melandri; Rea partirà dal fondo per la Tissot Superpole Race di domani. 

1. Alvaro Bautista     Ducati  33.32.300″
2. Michael Van Der Mark Yamaha  + 7.119”
3. Marco Melandri Yamaha ind  + 19.951”

Il giro veloce è il giro numero 2 di Alvaro Bautista su Ducati con il tempo di 1.39.004” e una velocità di 160.829 km di media oraria.

Gli italiani si piazzano :

10. Michael Ruben Rinaldi Ducati (ind)
15. Alessandro Del Bianco Honda (ind)

Appuntamento a domani mattina per la Tissot Superpole Race e per Gara 2.

 

 

Foto sport.iltabloid.it

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor