Ancora Hamilton

ANCORA HAMILTON

ANCORA HAMILTON

Ancora Hamilton – 24.07.2016 – Formula 1 Magyar Nagydij – Hungaroring – Inizia l’undicesimo round della Formula 1, che sancisce l’inizio della seconda parte del campionato, sul Circuito dell’Hungaroring, che si trova sulle colline vicino Budapest in Ungheria. La pista è lunga 4.381 metri e offre 14 curve, 7 a sinistra, 7 a destra, un paio di saliscendi e tre rettilinei tra cui il lungo rettilineo di partenza-arrivo. L’asfalto è stato appena rifatto e nessuno conosce il grip, tantomeno la tenuta delle gomme. La gara è asciutta, il sole scotta e ci sono 28 gradi in aria e ben 54 sulla pista. In gara 22 piloti di diverse nazionalità.

La Pole Position del sabato è una roulette. Due volte le prove vengono interrotte per un nubifragio che si è abbattuto sulla pista, poi altre tre volte durante il Q1 viene esposta la bandiera rossa per rimuovere le macchine incidentate lungo il percorso. Dopo più di due ore e con pista ormai asciutta, la pole viene vinta dal pilota Nico Rosberg su Mercedes con il tempo di 1.19.965”. Per Rosberg è la pole numero 26 in carriera. Dietro di lui si piazza il compagno di squadra Lewis Hamilton su Mercedes con un ritardo di 0.143” e al terzo posto si piazza Daniel Ricciardo su Red Bull con un ritardo di 0.315”. Sebastian Vettel su Ferrari partirà dal 5° posto e il compagno di squadra Kimi Raikkonen su Ferrari partirà dal 14° posto, dopo una decisione sbagliata da parte del muretto, che ha costretto Kimi ad effettuare il tempo sul giro troppo presto.

La Gara. Ormai si parla solo Mercedes durante la Formula Uno e in questo gran premio gli unici momenti di attenzione sono quelli avvenuti durante i pit-stop. Gara a senso unico, nessun incidente, nessun sorpasso significativo, un solo ritiro per Jenson Button a causa di un problema tecnico alla sua McLaren. Pilota che ha avuto problemi durante tutta la gara, ha subito un drive through e infine il ritiro. La partenza è lenta, i piloti di testa si aprono a ventaglio con le Red Bull che affiancano le Mercedes, ma il più veloce alla prima curva è Lewis Hamilton e la sua Mercedes che vanno a passare il compagno di squadra che scende in seconda posizione, dietro di lui Daniel Ricciardo e Max Verstappen su Red Bull. Le Ferrari inseguono. Sebastian Vettel resta al 5° posto e Kimi Raikkonen costretto ad una gara in salita, resta al 14° posto, con attaccati al posteriore Felipe Nasr su Sauber e Jolyon Palmer su Renault. Al giro numero 2 Hamilton ha già più di 1.5” da Rosberg, mentre inizia da subito il recupero di Raikkonen, che al giro numero 5 è già in 11° posizione avendo sorpassato Jenson Button su McLaren, Esteban Gutierrez su Haas e Sergio Perez su Force India. I primi 11 piloti sono tutti in pista con gomme supersoft e i cambi gomme iniziano ben presto. Al giro numero 15 il primo a rientrare è proprio Vettel che monta le soft alla sua Ferrari, e rientra davanti a Kimi al 7° posto. Dopo di lui è il turno di Ricciardo che però, visto il vantaggio precedente, rientra proprio davanti a Vetel. Al giro 17 rientra Hamilton e poi Verstappen, mentre Rosberg resta ancora per un giro in pista. Verstappen rientra in pista davanti a Raikkonen e va subito a cercare il sorpasso, ma il ferrarista è bravo a tenere chiuso ogni possibile inserimento. Al giro numero 18 le posizioni sono : hamilton, Rosberg, Ricciardo, vettel, Raikkonen e Verstappen. Raikkonen con gomme soft tiene duro fino al giro numero 30 quando è costretto a rientrare ai box e montare le supersoft, rientra in 7° posizione, mentre davanti resta tutto a posizioni invariate con Hamilton che guadagna circa 2” da Rosberg e 5” da Ricciardo. Al giro numero 34 è Ricciardo ad anticipare tutti per il secondo cambio gomme e rientra con gomme soft, cinque giri dopo rientra anche Verstappen che con le soft rientra al 6° posto. Bisogna aspettare il giro 42 per il rientro di Hamilton, seguito da Vettel, entrambi montano le soft e rientrano rispettivamente in 2° e 5° posizione. Ora in testa c’è Rosberg, che rientra per il cambio gomme al giro 43, anche lui monta le soft e rientra in 2° posizione di nuovo dietro Hamilton. Al giro 51 rientra anche Raikkonen per il secondo cambio e monta di nuovo le supersoft rientrando in 6° posizione dietro Verstappen. Dopo sei giri e continui tentativi di sorpasso i due si toccano, in realtà Verstappen cambia due volte traiettoria ma non viene sanzionato dai commissari seppur è una manovra vietata, e ad avere la peggio è il ferrarista che rompe parte dell’ala anteriore sinistra. Gara monotona fino a 6 giri dal termine quando le tre coppie di testa potrebbero essere vicine ai sorpassi : Rosberg su Hamilton, Vettel su Ricciardo e Raikkonen su Verstappen, ma la gara finisce a posizioni invariate e Hamilton va a prendersi la testa della classifica provvisoria. Da segnalare all’arrivo solo i primi sei piloti a pieni giri.

La gara finisce con la vittoria di Lewis Hamilton su Mercedes con il tempo di 1:30:30.115”, al secondo posto si piazza Nico Rosberg su Mercedes con un ritardo di 1.977“ e al terzo posto si piazza Daniel Ricciardo su su Red Bull con un ritardo di 27.539”. Le Ferrari finiscono al 4° posto con Vettel e al 6° posto con Raikkonen, al 5° posto si piazza Verstappen. Il giro veloce è il giro numero 52 di Kimi Raikkonen con il tempo di 1.23.086” e la velocità di 189.822 km/H .

1. Lewis Hamilton MERCEDES 1:40:30.115″
2. Nico Rosberg MERCEDES + 1.977″
3. Daniel Ricciardo RED BULL + 27.539″
4. Sebastian Vettel FERRARI + 28.213″
5. Max Verstappen RED BULL + 48.659″
6. Kimi Räikkönen FERRARI + 49.044″
7. Fernando Alonso MCLAREN + 1 GIRO
8. Carlos Sainz TORO ROSSO + 1 GIRO
9. Valtteri Bottas WILLIAMS + 1 GIRO
10. Nico Hulkenberg FORCE INDIA + 1 GIRO
11. Sergio Perez FORCE INDIA + 1 GIRO
12. Jolyon Palmer RENAULT + 1 GIRO
13. Esteban Gutierrez HAAS + 1 GIRO
14. Romain Grosjean HAAS + 1 GIRO
15. Kevin Magnussen RENAULT + 1 GIRO

Segui la classifica aggiornata su : http://www.sportpervoi.it/f1classifica2016

Prossimo appuntamento con la Formula Uno sarà con il GP di Germania, sul Circuito di Hockenheim, nel week end del 30-31 Luglio 2016.

 

 

 

(Foto telegraph.co.uk)

Ileana Valente

fotografo, articolista, seo, copywriter, editor